SICAM s.r.l.
  • en
  • it
  • zh-hant
  • ru

Forni

MULTIpro Forno multiprodotto

Logomultipro

L’unione dell’esperienza che caratterizza SICAM con una costante ricerca e sviluppo di nuove soluzioni ha consentito all’azienda di progettare e poter proporre ai propri clienti un moderno tipo di forno, con soluzioni all’avanguardia e brevettate.

IMG_3071IMG_3038

Tale forno, oltre ad essere stato migliorato nelle principali caratteristiche progettuali e qualitative, ha la particolarità di concentrare in un unico macchinario tutte le soluzioni tecniche che consentono l’ottimale produzione all’interno della stessa linea di nontessuti agli antipodi tra di loro, come feltri e ovatte . Un’ampia gamma di nontessuti, che solitamente vengono prodotti attraverso specifici forni, in questo caso può essere contemplata all’interno dello stesso forno ed è questa la vera novità introdotta da SICAM.

Le diverse esperienze della SICAM nei forni dei feltri riciclati e nei forni delle ovatte sono quindi convogliate in un unico forno; Questo brevetto SICAM unisce le soluzioni di estrema semplicità di pulizia e di accesso, che sono legate ai forni per i feltri riciclati, alle più raffinate tecnologie sulla ventilazione, che sono legate alle ovatte termo legate in poliestere.

Inoltre, il forno MULTIpro SICAM è contraddistinto da un efficiente sistema di recupero energetico, che oltre a recuperare l’energia aumenta la produttività del forno. Infatti, sulla base di un altro brevetto SICAM, si ha un aumento di produttività e redditività del forno grazie al recupero calore dei fumi esausti, convogliati nella testata d’entrata che viene utilizzata come campo caldo aggiuntivo al forno per il preriscaldamento.

MULTIFUNZIONALITA’

La novità del forno Sicam, che comporta interessanti aspetti dal punto di vista commerciale per il cliente, è la multifunzionalità, consentita dalla particolare filosofia progettuale e dal brevetto SICAM.

Solitamente un forno viene progettato ad hoc sulla base delle diverse tipologie di materiale e di processo, accettando le limitazioni sull’ampiezza della gamma di prodotti, limite che va però a collidere con un mercato in rapida evoluzione. SICAM è riuscita a proporre un macchinario capace di offrire una gamma produttiva altamente flessibile, utile al cliente per sperimentare nuovi business cogliendo l’opportunità del momento senza investimenti ingenti, come creare una linea ex novo.

Il MULTIpro oven SICAM presenta 3 principali aspetti che permettono al cliente di modificare la sua gamma di prodotti. Infatti è possibile passare dalla produzione di un nontessuto a quella di un altro con caratteristiche estremamente differenti, attraverso operazioni di regolazione, con il montaggio di appositi kit o grazie a particolarità costruttive del macchinario.

Quindi, il MULTIpro oven SICAM garantisce cambiamento di produzione da un nontessuto all’altro estremamente differente, grazie a:

 

  1. Possibilità di scelta e regolazione del tipo di ventilazione: diffusa, per attraversamento a bassa velocità o a mezzo ugelli ad alta velocità
  2. Adattabilità sia di Nastri trasportatori metallici per materiali riciclati sia di nastri trasportatori in vetro/ teflon e PPS per termo legati in poliestere.
  3. Estrema accessibilità per pulizia che consente di trattare materiali riciclati, esigenza fondamentale per l’affidabilità nella produzione di questo tipo di nontessuto.

 

Con riferimento al punto 1, SICAM associa al MULTIpro oven un kit di trasformazione da ventilazione passante a bassa velocità a ventilazione ad ugelli ad alta velocità.

Nella condizione a bassa velocità si conserva il sistema di regolazione della larghezza di aspirazione, mentre con il montaggio del kit tale regolazione non è più necessaria per il processo sul nontessuto e viene quindi esclusa.

L’installazione o la rimozione del kit è estremamente semplice grazie ad un sistema di montaggio sfilabile.

Con riferimento al punto 2 le testate di ingresso ed uscita sono state progettate per poter montare sia nastri metallici sia nastri in PTFE, che possono essere guidati da centratori automatici oppure da alberi ad ingranaggi.Con riferimento al punto 3 la facilità di pulizia, utile ma non determinante nella produzione di terno legati in poliestere, rende invece possibile l’uso di questo forno per la produzione di feltri riciclati legati con polipropilene.

In conclusione, lo stesso forno può garantire la produzione di nontessuti estremamente diversi tra semplicemente con il kit di sostituzione nastro trasportatore e con il kit di sostituzione elementi soffianti.

DISEGNO FORNO KIT POLIESTERE DISEGNO FORNO KIT FELTRI

RECUPERO ENERGETICO

La seconda caratteristica interessante è il nuovo sistema brevettato da SICAM per il recupero energetico, che porta maggiori benefici di efficienza al cliente rispetto alle altre soluzioni sul mercato.

IMG_3056IMG_3080

Ai fini di un ottimale equilibrio di ventilazione, una parte dell’aria di circolazione deve essere evacuata e purtroppo tale aria disperde una notevole quantità di energia che in parte potrebbe essere recuperata.

La novità del sistema di recupero energetico Sicam è quella di agire attraverso la combinazione delle due soluzioni tecniche riportate di seguito:

  1. Il sistema di recupero del calore che, forzando l’aria esausta ad attraversare il materiale, lo preriscalda.
  2. L’installazione di tale sistema di recupero del calore nella testata di entrata del forno, recuperando così uno spazio riscaldato che nei forni convenzionali rimane invece inutilizzato.

In questo modo, la lunghezza operativa calda del macchinario è estesa anche alla parte della testata d’entrata (1125mm, che equivale a mezza sezione di forno). I benefici rispetto ad un forno con recupero energia tradizionale si traducono in un aumento della produttività (quindi della velocità) a parità di numero di sezioni (lunghezza) oppure in una riduzione del numero di sezioni (quindi ingombri, consumi e costi) a parità di produttività.

3D CAPPA RECUPERATORE DISEGNO L1125 006 3D CONDOTTI ESAUSTORI 004

L’aria esausta viene aspirata dal ventilatore centrale del forno dai due condotti laterali, distribuita sul materiale che si trova nella testata d’entrata e tale aria attraverserà il materiale, grazie all’aspirazione di una cappa sottostante al materiale e connessa ai due ventilatori esaustori.

 

In conclusione, la sezione di recupero calore posizionata nella testata d’entrata (brevetto SICAM) preriscalda il materiale e tale posizionamento consente di non “sprecare” la prima sezione del forno in modalità preriscaldamento, come avviene nei forni tradizionali con recupero calore, ma di poterla utilizzare a piena potenzialità. Questo vantaggio può essere interpretato alternativamente come un aumento di benefici di produttività o come una riduzione di ingombri e costi associati a pari produttività.

 

ALTRE CARATTERISTICHE TECNICHE E DI PROCESSO

Questo macchinario è contraddistinto dalle caratteristiche che possiedono i forni SICAM, quali accessibilità, dimensioni delle sezioni del forno adatte al trasporto in container, ventilazione uniformemente distribuita, estrema semplicità nelle operazioni di manutenzione, affidabilità nella funzione di regolazione della larghezza di aspirazione, costruzione del circuito di ventilazione ad elementi sfilabili senza necessità di usare alcun utensile.

Altri target progettuali relativi all’innovativa realizzazione di questo macchinario sono:

  1. ventilazione adatta a forni di grande larghezza di lavoro per non dover alternare la disposizione delle sezioni del forno
  2. riduzione degli ingombri trasversali
  3. miglioramento dell’accessibilità
  4. minimizzazione delle operazioni di manutenzione
  5. temperature differenziate metro per metro
  6. portate d’aria differenziate metro per metro
  7. direzione dell’aria regolabile metro per metro, limitando al massimo gli ingombri delle valvole di deviazione
    1.In questo progetto SICAM, i ventilatori sono stati posti al centro della parte superiore del forno. Questo layout consente una alimentazione simmetrica sui due lati del forno ai distributori dell’aria posizionati al di sopra ed al di sotto del materiale. Grazie a questo circuito di ventilazione si garantisce la perfetta uniformità della distribuzione dell’aria sul prodotto anche per larghezze di lavoro estremamente elevate.

12 Disegno Ventilatori sul tetto16 Disegno schema ventilazione7-disegno delle sezioni alternate

    2. SICAM ha scelto di sistemare sul tetto di tutti gli organi di ventilazioni e di riscaldamento e questo ha consentito una notevole riduzione degli ingombri trasversali a pari larghezza di lavoro.

Disegno sezione vecchio forno DSC00016Disegno sezione nuovo forno IMMAGINE SITO SICAM 002b

4/3 Uno dei migliori risultati ottenuti nel nuovo progetto è stato raggiunto nella accessibilità e facilità di manutenzione
Le immagini sotto riportate illustrano i vantaggi del MULTIpro Oven SICAM in ambito di accessibilità e manutenzione. L’adozione di porte interne munite di serrande per cambiare la direzione dell’aria ( brevetto SICAM ) ha letteralmente rivoluzionato l’accessibilità ad un forno di questo tipo.

39 forno porte aperte42-persona faccia faccia40-disegno lamiere sfilabili 008 DISEGNO BRUCIATORI MONTATI SULLE PORTE e DISEGNO VENTILATORI RIBALTABILI

I due schemi di seguito riportati illustrano la sostanziale differenza tra questo forno e i forni tradizionali.

32-Sezione forno serrande porte APERTE16 Disegno schema ventilazione

La nuova disposizione degli organi di ventilazione e riscaldamento, consente di avere due lati ispezionabili del forno ed un accesso che non ha eguali rispetto ai forni tradizionali. Anche i ventilatori sul tetto sono ribaltabili, come anche accessibili sono i condotti bruciatori, grazie agli stessi montati su porte. Anche i pannelli che delimitano i condotti degli esaustori sono estraibili e, con la loro facile rimozione, rendono ispezionabili tutta la tubazione.

37-forno pannelli tubazioni esaustori estratti

Anche l’eventuale operazione di estrazione dei rulli di ritorno è stata semplificata, poiché sono tutti visibili e accessibili dai due lati con la sola apertura delle porte.

39 rulli pronti estrazione da verificare38-pannelli condotti aria ripiegabili

Dal layout dei ventilatori, dei bruciatori e delle canalizzazioni aria si comprende che sarà possibile ottenere temperature, portate di aria e direzioni aria differenziate metro per metro sulla lunghezza del forno. In tale modo viene migliorata la versatilità del forno raddoppiando, rispetto ai forni tradizionali, i punti che determinano i profili di ventilazione, temperatura e direzione aria.

13pianta con ventilatori e bruciatori


Caratteristiche tecniche

Larghezza di lavoro: 1200-5000mm
Velocità di produzione: 10- 50m/min
Grammatura prodotto: 100-6000gsm
Spessore in entrata: fino a 1500mm
Spessore in uscita: 5-200mm
Massima densità in uscita: up to 300 kg/m3 with calender
Massima temperatura di lavoro: 220°C
Modalità di riscaldamento: Bruciatori a gas, Scambiatori ad olio diatermico, Scambiatori a vapore, Scambiatori elettrici
Riduzione larghezza di aspirazione di lavoro: -750mm